e-mail: NAPS110002@istruzione.it    tel: 0818717605

Visite: 203

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ


Art 5 bis DPR n. 249 del 24 giugno 1998 ex DPR 235 del 21 novembre 2007

TRA
dirigente scolastico del Liceo Scientifico “F.Severi” di Castellammare di Stabia,
Dott.ssa Elena Cavaliere
E
chi esercita la patria potestà nei confronti dell’alunno/a frequentante
il Liceo Scientifico “F.Severi” di Castellammare di Stabia

 

Il patto educativo di corresponsabilità, introdotto dal DPR 235/07, impegna le famiglie a collaborare con la scuola per la definizione dei nuclei fondanti dell’azione formativa ed a condividere tutti i principi e le prescrizioni presenti nel Regolamento di Istituto.

Il personale docente è tenuto ad osservare i doveri attinenti alla deontologia professionale enucleati dalla legge e dai CCNL con particolare riguardo al rispetto dell’orario di servizio e dell’obbligo di vigilanza sugli alunni (art. 2048 Codice Civile).

I Docenti sono tenuti, altresì, al rispetto del regolamento di Istituto nella sua interezza e della normativa vigente con particolare riguardo al divieto di fumo, memori del fatto che l’esempio di un comportamento corretto ed osservante delle regole costituisce il più alto magistero morale ed educativo per i giovani in formazione.

La mancata osservanza delle norme comporterà l’esercizio rigoroso, tempestivo ed efficace del potere disciplinare, anche alla luce di quanto previsto dalla più recente normativa (circolare 72 dell’ 11 dicembre 2006 del Ministero Pubblica Istruzione – art. 2 c. 1 del D.L. 7 settembre 2007 n. 147 convertito nella L. 25 ottobre 2007 n. 176).

La famiglia sia consapevole del fatto che l’affidamento dei propri figli all’azione educativa dei Docenti non la esime dal dovere di educazione e dalle connesse responsabilità (art. 2048 c.1 sgg. Codice Civile). I genitori, pertanto, sono tenuti ad educare i propri figli al rispetto delle persone e delle cose, al rifiuto dell’illegalità, al senso dell’odiosità di ogni forma di violenza fisica e verbale che possa arrecare danno o umiliazione agli altri, di ogni atteggiamento di intolleranza verso qualsiasi forma di diversità e di ogni comportamento che trasgredisca le regole del pacifico vivere civile e non rispetti l’Istituzione.

I genitori, sollecitando la consapevolezza dei propri figli, si impegnano ad educare i figli al senso del dovere nello svolgimento delle attività scolastiche ed anche al rispetto della puntualità. Con la sottoscrizione del presente Patto educativo di corresponsabilità, essi conoscono e condividono le prescrizioni del Regolamento di Istituto, comprese quelle relative alle assenze, ai ritardi ed alle uscite anticipate e, in particolare, tra le altre norme, quelle che stabiliscono, che gli alunni maggiorenni, che chiedano di entrare a scuola dopo le ore 9.15, saranno rimandati a casa senza comunicazione preventiva e che gli alunni minorenni saranno trattenuti a scuola, in osservanza dell’obbligo di vigilanza, ma che ad essi sarà comminata la sanzione prevista dal Regolamento di Istituto.

In caso di comprovata mancanza del rispetto della normativa vigente e del regolamento di Istituto, i genitori saranno chiamati a dimostrare di aver impartito ai propri figli un’educazione adeguata a prevenire comportamenti illeciti ( Corte di Cassazione, sez. III, 21.09.2000, n. 12501; 26.11.1998, n. 11984) e saranno tenuti al risarcimento dei danni secondo la procedura prevista dal regolamento di Istituto.

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Elena Cavaliere

Torna all'inizio del contenuto