e-mail: NAPS110002@istruzione.it    tel: 0818717605

Visite: 2225

REGOLAMENTO INTERNO D'ISTITUTO

del Liceo Scientifico Statale "F. SEVERI" di Castellammare di Stabia

 (delibere Consiglio di Istituto n. 136 verbale n.23 del 13/11/2020 e delibera n.112 verbale n.321 del 10/11/2020).



PREMESSA

Gli studenti e le studentesse che scelgono di frequentare il Liceo Scientifico “F.Severi” di Castellammare di Stabia sono consapevoli di essere al centro dell’azione educativa e didattica, le cui precipue finalità sono la crescita della personalità, la valorizzazione e lo sviluppo delle potenzialità di tutti e di ciascuno. Essi comprendono che il rispetto delle regole assicura un clima favorevole all’apprendimento e garantisce il successo scolastico. 



  1. DIRITTI

  1. Gli studenti hanno diritto a disporre di un servizio di qualità, sia nel campo educativo - didattico (offerte formative integrative e aggiuntive, iniziative per il recupero di situazioni di ritardo e svantaggio), sia nella sfera del benessere psico-fisico (salubrità degli ambienti, assistenza psicologica), sia nel campo delle infrastrutture scolastiche (strumentazioni tecnologiche, laboratori, spazi per il ristoro). 
  2. Gli studenti hanno diritto-dovere (sia come singoli sia in forma associata) a una partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola nei diversi livelli (classe, corso, istituto) nelle varie modalità previste nella successiva parte seconda. 
  3. Gli studenti possono esprimere la loro opinione in materia di programmazione e definizione degli obiettivi didattici, organizzazione della vita scolastica, criteri di valutazione, scelta dei libri e del materiale didattico. 
  4. Gli studenti esercitano autonomamente il diritto di scelta tra le attività curricolari integrative e tra le attività aggiuntive facoltative offerte dalla scuola. 
  5. Gli studenti senza distinzione di nazionalità hanno diritto al rispetto della vita culturale e religiosa della comunità alla quale appartengono. 
  6. Per le opzioni a disposizione di quanti non si avvalgono dell'insegnamento della Religione cattolica si fa riferimento alla C. M. n° 122 del 9 maggio 1991. Pertanto, gli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione, potranno non essere presenti in aula se l’ora coincide con la prima o l’ultima ora di lezione, previa regolare domanda dell'interessato se maggiorenne e, per i minori, con l'autorizzazione dei genitori inviata via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . In caso di ora intermedia gli alunni usufruiranno di attività alternativa in un’altra classe. Sospeso In caso di ora intermedia gli alunni svolgeranno in classe un’attività alternativa. 

COMMI 6 - 7 – 8 – 9  SOSPESI FINO AL PERDURARE DELL’EMERGENZA COVID

  1. Le assemblee studentesche, di Istituto e di classe, si svolgeranno secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Istituto. La partecipazione alle Assemblee di Istituto è libera e volontaria ed al termine gli alunni sono liberi di allontanarsi dall’Istituto. La presente informazione della possibilità di allontanarsi liberamente durante ed al termine dell’Assemblea di Istituto, prevista anche per gli alunni minorenni, costituisce liberatoria dalle responsabilità per l’Istituto. 
  2. Dopo la prima assemblea, nel mese di ottobre, i Rappresentanti eletti per il nuovo anno scolastico, presenteranno il calendario annuale dello svolgimento delle assemblee. La richiesta di assemblea, di classe e di Istituto, redatta su apposito registro depositato in presidenza, deve pervenire al D.S. o ai suoi collaboratori, cinque giorni prima della data prevista per il suo svolgimento, completa dell’O.d.g. e delle firme dei Docenti coinvolti. Sullo stesso registro i segretari delle assemblee avranno cura di redigere puntuale verbale della seduta. 
  3. Gli alunni hanno diritto alla costituzione del Comitato studentesco che si riunirà secondo le modalità previste dal Regolamento interno stilato dal comitato stesso. 

Si precisa che fino al perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 le assemblee studentesche si svolgeranno secondo modalità, criteri e tempi stabiliti dal Consiglio di Istituto nel rispetto del protocollo Covid. Agli alunni saranno fornite circolari esplicative sul sito e sul registro elettronico. 

  1. Gli studenti possono disporre dei locali e delle attrezzature della scuola, fuori dell'orario delle lezioni, per attività parascolastiche, culturali, sportive e ricreative, approvate dal Consiglio d'Istituto, previo accordo con il Dirigente, nel rispetto del protocollo COVID.
  2. A richiesta possono essere gestiti autonomamente dagli studenti ambienti disponibili previa presentazione di un progetto di utilizzo (Direttiva 133 – D.P.R. 567). 
  3. Le attività para-inter-extrascolastiche possono essere proposte da tutte le componenti, docenti e non docenti, della Scuola. Le iniziative vanno corredate da un progetto che ne specifichi obiettivi, modalità di attuazione, oneri finanziari e relative fonti di finanziamento. Esse vengono approvate dal Consiglio d'Istituto o, per delega, dalla Giunta Esecutiva ed inseriti nel PTOF.

COMMA 13  SOSPESO FINO AL PERDURARE DELL’EMERGENZA COVID

  1. Gli studenti - singoli o in gruppo - possono esprimere propri orientamenti e rendere pubbliche proprie iniziative attraverso manifesti e/o avvisi datati e firmati. L’affissione negli spazi destinati è autorizzata dall’Ufficio del dirigente scolastico. 



  1. DOVERI

  1. Gli studenti sono tenuti a frequentare regolarmente le lezioni e ad assolvere assiduamente agli impegni di studio, usando rispetto e comportamento corretto nei confronti del personale della Scuola, dei compagni e delle cose - di proprietà collettiva o privata - che si trovano nell'istituto. 
  2. Gli studenti condividono la responsabilità di rendere accogliente l'ambiente scolastico e di averne cura. Essi sono chiamati, in particolare, a non arrecare danni al patrimonio scolastico. 
  3. In via del tutto primaria gli studenti sono chiamati al rispetto delle dotazioni scolastiche: arredi, materiali, strumenti musicali  e supporti didattici. Essi sono tenuti al rispetto delle strutture dell’istituto: a non imbrattare i banchi ed i muri delle aule ed a lasciarle pulite, utilizzando, per i rifiuti, gli appositi cestini e i raccoglitori per la raccolta differenziata. 
  4. Gli alunni non devono recarsi ai distributori o nei bagni in assenza del docente. 

Per tali spostamenti sono tenuti a rispettare il protocollo Covid allegato al presente Regolamento

  1. Gli alunni possono recarsi al bagno solo uno alla volta, a partire dalle ore 9,15. L'accesso ai bagni è, comunque, consentito anche alla prima ora in caso di necessità. 
  2. I docenti autorizzeranno l'uscita di un solo studente per volta e controllano che gli alunni rientrino in aula in breve tempo, trascorso il quale avvertiranno i collaboratori scolastici assegnati al piano. 
  3. Alunne ed alunni, che dovranno uscire rigorosamente uno per volta, utilizzeranno i bagni loro destinati come stabilito per ciascun piano, avendo cura di osservare la massima igiene e di mantenere il decoro e la più assoluta pulizia dei servizi. 
  4. È assolutamente vietato l'uso del telefono cellulare per uso personale per gli studenti ed il personale docente durante le ore di lezione.Resta fermo che, anche durante lo svolgimento delle attività didattiche, eventuali esigenze di comunicazione tra gli studenti e le famiglie, dettate da ragioni di particolare urgenza o gravità, potranno sempre essere soddisfatte, previa autorizzazione del docente. La scuola continuerà, in ogni caso, a garantire, come è sempre avvenuto, la possibilità di una comunicazione reciproca tra le famiglie ed i propri figli, per gravi ed urgenti motivi, mediante gli uffici di presidenza e di segreteria amministrativa. Non è consentito l’uso del cellulare per eseguire foto o filmati non autorizzati.

Non è consentito l’uso di qualunque dispositivo collegabile ad Internet o telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini, dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere, apparecchiature elettroniche portatili di tipo “palmare”, personal computer portatili di qualsiasi genere, in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite connessioni “wireless”, o alla normale rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS o GSM o BLUETOOTH) per recuperare informazioni o dati utili per lo svolgimento di prove scritte ed orali.

La violazione di tali divieti configura un’infrazione disciplinare. I docenti sono, quindi, autorizzati a far spegnere l'apparecchio agli studenti che non rispettino tale disposizione annotando l’accaduto sul registro di classe Argo. In caso di grave e/o reiterata infrazione disciplinare circa l’uso del telefono cellulare, il Consiglio di Classe verrà convocato dal Dirigente scolastico tramite il Coordinatore di classe per adottare provvedimenti disciplinari.

È consentito l’uso di dispositivi informatici di vario tipo personali ( tablet o similari) anche collegabili ad internet utilizzati a scopi didattici.


In particolare:

  •   è permesso l’uso di dispositivi che sostituiscono i libri cartacei (ebook);
  • l’invio e la ricezione di allegati è soggetto al permesso dell’insegnante;
  • è permessa la partecipazione a forum/corsi on line nell’ambito dei siti ammessi dalla scuola;
  • è vietato la pratica delle chat;
  • è vietato il download a fini personali di file musicali, foto, software, video, ecc., tranne nel caso di specifiche attività didattiche preventivamente programmate;
  • sono in genere vietate tutte le attività non esplicitamente autorizzate dal Dirigente.

  1. I docenti in servizio alla prima e alla seconda ora sono invitati ad annotare - nell'apposito spazio del registro di classe ARGO – l'ora d'entrata e il relativo ritardo. I docenti sono tenuti ad ammettere gli alunni in classe sia se entrano alla prima che alla seconda ora secondo le modalità indicate all’art. 3.
  2. Ai laboratori si può accedere durante gli orari consentiti dal loro regolamento e solo con un docente accompagnatore, nel rispetto del protocollo Covid e dei Regolamenti dei laboratori.
  3. Alle palestre ed agli spazi esterni si può accedere solo durante le lezioni di Educazione fisica, insieme con gli insegnanti e solo in tenuta ginnica e secondo il rispetto del protocollo Covid e dei Regolamenti delle palestre. I docenti di Scienze motorie sono tenuti a prelevare gli alunni in classe per lo spostamento in palestra e ad accompagnarli 5 minuti prima della fine dell’ora.
  4. Nella scuola vige, per tutti, il divieto di fumare. 



  1. Art. 13 in regime di emergenza sanitaria 

In tutto l’Istituto è assolutamente vietato l’uso delle scale di sicurezza, salvo che nelle operazioni di entrata, uscita, durante gli spostamenti previsti oltre che nei casi di emergenza o di diversa disposizione. È vietato, altresì, sostare sui ballatoi delle scale di sicurezza.

  1. Ogni unità oraria in presenza prevedrà gli ultimi cinque minuti di “pausa​ relax”,​ durante la quale gli studenti possono consumare la merenda.  Gli alunni, con il permesso del docente, potranno effettuare la merenda durante la pausa di cinque minuti concessa  alla fine di ogni lezione
  2. E’ primario dovere scolastico una frequenza assidua che non preveda la possibilità di assenze arbitrarie individuali o collettive. Le assenze collettive sono vietate dalle vigenti disposizioni scolastiche. I motivi di giustificazione devono essere ricondotti soltanto a cause ed eventi eccezionali. 



  1. ASSENZE E GIUSTIFICAZIONI

  1. I genitori giustificheranno le assenze dei propri figli direttamente in Argo 
  2. Come da disposizione contenuta nel documento “Rientro a scuola in sicurezza” della Regione Campania, il periodo di assenza minimo per cui è richiesta la certificazione di riammissione a scuola è di 6 giorni, cioè la riammissione in classe al sesto giorno non necessita di certificato medico che occorre invece produrre in caso di riammissione al 7° giorno od oltre dall’inizio della malattia. Pertanto l’alunno/a può rientrare in classe solo se i genitori hanno giustificato in Argo e contestualmente hanno compilato autocertificazione, allegata alla presente comunicazione e scaricabile sul sito della scuola.
  3. Gli alunni. al rientro a scuola, presenteranno in classe l’autocertificazione, pena la non ammissione a frequentare le lezioni con immediata comunicazione alla famiglia della mancata documentazione necessaria alla riammissione in classe. 
  4. Sarà cura del docente della prima ora consegnare al personale ATA presente sul piano le autocertificazioni da trasmettere in segreteria didattica per l’acquisizione delle stesse agli atti della scuola oppure a segnalare allo staff di dirigenza l’eventuale irregolarità. 
  5. In caso di assenze per malattia fino a 5 giorni l’alunno può essere ammesso in classe previa presentazione al docente della prima ora di AUTOCERTIFICAZIONE ai sensi del D.P.R. 445/2000 (ALLEGATO 1) per motivi connessi alla salute ma NO COVID.
  6. In caso di assenze pari o superiori a 5 giorni per motivi NON connessi alla salute, l’alunno può essere ammesso in classe previa presentazione al docente della prima ora di AUTOCERTIFICAZIONE ai sensi del D.P.R. 445/2000 (ALLEGATO 2). 
  7. In caso di assenze per malattia superiori a 6 giorni l’alunno può essere ammesso in classe a partire dal 7° giorno previa presentazione al docente della prima ora del certificato medico attestante lo stato di salute.
  8. Per ognuno dei sopraindicati casi i genitori sono tenuti contestualmente a spuntare la giustifica nel registro elettronico.
  9. La Scuola, attraverso i Coordinatori, invia alle famiglie una mail  per la comunicazione di assenze che risultino numericamente elevate. 
  10. Ai fini della validità dell’anno scolastico - compreso l’ultimo anno di corso - per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato, come da DPR 122/09 e DLgs 62/2017. 
  11. Saranno considerate assenze da non conteggiare: 
  • i ricoveri ospedalieri
  • le assenze per patologie documentate  (es. visite mediche, terapie, day hospital, allergie, etc.)
  • partecipazione a gare sportive nazionali e internazionali, a livello agonistico fino ad un massimo di 15 giorni previa richiesta dei genitori via mail, 
  • partecipazione a concorsi, stage,  debitamente documentati

  1. Si precisa che il conteggio del limite minimo della frequenza, sarà effettuato per ore e non per giorni e sarà comprensivo dei ritardi nell'ingresso e delle uscite anticipate. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l'esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all'esame finale (tranne eventuale deroga del Cdc nel caso in cui suddette assenze non abbiano pregiudicato profitto e valutazione )





  1. REGOLAMENTAZIONE DEI RITARDI

  1. Le lezioni iniziano alle ore 08.15, pertanto sono considerati “lievi” i ritardi, fino a 15 minuti, cioè fino alle ore 08.30. I docenti della prima ora annoteranno il ritardo sul registro elettronico, con la precisazione dell’ora di ingresso comprensiva dei minuti, ma senza richiedere giustifica. Per gli ingressi oltre le ore 08.30 il docente della prima ora annoterà su Argo il ritardo spuntando la richiesta di giustifica. Sarà cura del Coordinatore monitorare i ritardi ed, in casi di reiterati ingressi oltre l’orario consentito, darne comunicazione alla famiglia, dal momento che il conteggio del monte orario annuale calcola sia le ore che gli ingressi in ritardo e le uscite anticipate. 
  2. Si precisa che a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 gli alunni possono entrare a scuola senza essere accompagnati dai genitori che invece provvederanno a giustificare su Argo l’ingresso in ritardo, non oltre il terzo giorno dal ritardo. 
  3. Dopo le 9,15 l’ingresso a scuola è consentito per le seguenti motivazioni :

               - ritardo dei mezzi pubblici; 

               - visite/analisi mediche; 

                 - emergenze: condizioni metereologiche e/o della viabilità.



  1. USCITE ANTICIPATE

  1. Gli studenti non possono lasciare l'Istituto prima del termine delle lezioni; in caso di improvviso malore sarà cura della Presidenza prendere opportune iniziative secondo i protocolli del caso.
  2. La concessione dell'uscita anticipata non prima delle 11,15 rientra per legge nel potere discrezionale del Dirigente scolastico o di un suo collaboratore ed è rilasciata solo per documentati motivi. 
  3. L'alunno minorenne, potrà allontanarsi solo se sarà  prelevato da un genitore o da un suo delegato che accederà alla scuola nel rispetto del protocollo Covid-19. La delega, che ha durata quinquennale, può essere sottoscritta dalla famiglia, su un modulo pubblicato sul sito della Scuola debitamente compilato e inviato via mail all’ indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. E’ ammessa delega temporanea attraverso l’invio di apposito modulo, corredato dalla fotocopia di un documento di identità di chi ne esercita la patria potestà e da un documento valido del delegato. Nella delega occasionale devono essere riportate le generalità del delegato. 
  4. L’alunno maggiorenne può autonomamente gestire ingressi, uscite e ritardi previa comunicazione di consapevolezza inviata dai genitori all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. attraverso modulo pubblicato sul sito della scuola corredato di copia di documento d’identità.
  5. Si precisa che per ogni uscita anticipata è necessario che il genitore invii mail di consapevolezza all’indirizzo di posta elettronica sopra indicato.
  6. In caso di improvvisa assenza dei docenti o di eventi eccezionali, sarà consentita l’uscita anticipata della classe in orario non anteriore alle ore 11,15 per gli alunni del triennio e non anteriore alle 12,15 per quelli del biennio, previa comunicazione con sms alle famiglie.
  7. I docenti sono pregati di indicare per gli ingressi in ritardo i minuti nella casella “ORE DI ASSENZA” con la spunta del ritardo e la specifica della richiesta o meno di giustifica del ritardo stesso. Allo stesso modo il docente che registra l’uscita anticipata è pregato di specificare nella casella sopra indicata il numero delle ore e dei minuti di assenza per il calcolo del monte orario annuale.



  • REGOLAMENTAZIONE LICEO MUSICALE

  1. Gli alunni che hanno un intervallo orario tra i corsi mattutini e quelli pomeridiani di strumento possono trattenersi nei locali della scuola con le modalità indicate con nota del Dirigente e nel rispetto del protocollo Covid;
  2. L'orario mattutino e l'orario pomeridiano legato all'insegnamento degli strumenti rappresentano, tuttavia, un corpo unico, da ciò deriva che l’eventuale assenza pomeridiana dovrà essere giustificata.
  3. Dopo 5 assenze dalle lezioni di strumento il docente è tenuto a darne comunicazione al D.S., che procederà con gli adempimenti del caso 
  4. I docenti di strumento e di laboratorio d'insieme impegnati nelle ore pomeridiane vigileranno perché tutto si svolga normalmente, segnalando ogni irregolarità.



  • NORME PARTICOLARI

  1. Conoscenza e rispetto del protocollo Covid
  2. Conoscenza e rispetto della Normativa privacy
  3. Consultazione quotidiana del sito per eventuali aggiornamenti prima dell’ingresso a scuola
  4. Consultazione da parte dei genitori della mail depositata agli atti della scuola




  1. E’ fatto divieto di introdurre nella scuola alimenti se non ad uso esclusivamente personale e fiori che saranno depositati nell’atrio. 
  2. Le persone estranee alla scuola non possono accedere ai piani sui quali si svolgono le lezioni né ai laboratori o agli altri locali riservati alla didattica. I collaboratori scolastici sono responsabili della vigilanza in tal senso. Personale della scuola e alunni sono invitati a segnalare immediatamente l'eventuale presenza di estranei ai collaboratori scolastici perché ne diano immediata comunicazione al Dirigente o al suo staff.
  3.  In regime di emergenza sanitaria gli alunni che intendono comunicare con il  Dirigente Scolastico dovranno richiedere appuntamento sulla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Durante le ore di lezione è fatto divieto assoluto per gli studenti di andare nelle altre classi, salvo diverse disposizioni scritte del Dirigente Scolastico o dei suoi collaboratori e comunque nel rispetto delle disposizioni Anti-Covid.

  1. Il personale e l'utenza della scuola sono tenuti ad un abbigliamento consono alla dignità del luogo e ad un comportamento corretto che escluda schiamazzi, volgarità, linguaggi ed atteggiamenti offensivi o lesivi della sensibilità di quanti operano nella scuola. 
  2. E’ fatto assoluto divieto di introdurre nella scuola bevande alcoliche. 
  3. E’ fatto divieto di sostare o di parcheggiare nelle aree esterne alla Scuola (nota prot. 2017 del 16.05.2008). La scuola declina ogni responsabilità per danni o furti relativi ai veicoli, di qualsiasi genere, parcheggiati nel perimetro della Scuola. 
  4. I collaboratori scolastici, ai quali, in base alla normativa vigente, è assegnato il compito specifico della vigilanza sulle classi nei cambi d'ora, per ritardi brevi o per assenza del docente o per una o più ore, in caso di impossibilità a provvedere con un docente supplente, hanno anche quello più generale di vigilare su tutto il piano, compresi i bagni, al quale sono stati assegnati. La vigilanza si esercita mediante il controllo reale della situazione e deve essere attuata responsabilmente e garbatamente nel rispetto delle studentesse e degli studenti. 
  5. I Docenti dell’ora vigileranno affinché gli alunni consumino direttamente le bevande o i cibi acquistati ai distributori automatici nelle ore stabilite. 
  6. I Docenti durante le ore di lezioni vigileranno sul rispetto delle norme anti_Covid
  7. I responsabili gruppo anticovid vigileranno sulla conformità dei comportamenti degli alunni al protocollo anticovid nei corridoi, negli spazi comuni, davanti ai distributori,etc. 

  1. VISITE, SCAMBI CULTURALI E VIAGGI DI ISTRUZIONE 

Visite di istruzione, scambi culturali e viaggi sono sospesi per emergenza epimediologica da Covid-19

 [Art] sospeso in regime di emergenza sanitaria 

È possibile, attraverso la modulistica predisposta, effettuare visite di istruzione giornaliere anche tramite appuntamento da dare agli studenti, anche minori, in altro luogo diverso dalla scuola, purché siano date loro indicazioni chiare sul tragitto da seguire e dei mezzi da prendere. 

Le autorizzazioni devono essere firmate dalle famiglie e restituite al docente accompagnatore almeno cinque  giorni prima dell’uscita prevista. 

[Art.] sospeso in regime di emergenza sanitaria 

Al rientro in sede, i docenti accompagnatori, designati dal dirigente scolastico “Capo gruppo”, dovranno far pervenire entro 5 giorni una relazione scritta sull'andamento dell'iniziativa. 

Dovranno inoltre essere segnalate tempestivamente le inadempienze imputabili alle ditte di trasporto o alle agenzie al fine di consentire all’Ufficio l’immediata contestazione. La scuola potrà così tutelarsi legalmente e per il futuro escludere tali ditte dall'elenco dei fornitori. 

[Art.  sospeso in regime di emergenza sanitaria 

Lo studente partecipante all'iniziativa dovrà :

  1. mantenere un atteggiamento corretto, che non ostacoli o crei difficoltà alla realizzazione delle attività programmate, un comportamento idoneo a non causare danni a persone o a cose e coerente con le finalità educativo-formative dell’istituzione scolastica, evitando in particolare comportamenti chiassosi od esibizionistici; 
  2. osservare scrupolosamente le regole del vivere civile, in particolare il rispetto degli orari e del programma previsto; 
  3. evitare, sui mezzi di trasporto, spostamenti non necessari e rumori eccessivi; 
  4. muoversi in albergo in modo ordinato, evitando ogni rumore che possa turbare in qualunque modo il diritto alla quiete degli altri ospiti e qualunque tipo di comportamento che arrechi disturbo o danno nella struttura ospitante; 
  5. non detenere bevande alcoliche, anche se maggiorenne, o sostanze psicotrope e farne uso; 
  6. non fumare in camera o in luoghi chiusi; 
  7. mantenersi unito al gruppo durante la visita, attenersi alle indicazioni degli accompagnatori, e non allontanarsi senza esplicita autorizzazione, anche se maggiorenne, essere puntuale agli appuntamenti di inizio giornata ed a quelli eventuali nel corso della giornata; 
  8. non allontanarsi dall’albergo su iniziativa personale sia di giorno che di notte; 
  9. rispettare la decisione del docente accompagnatore di fare rientrare, all'ora stabilita, gli alunni nelle proprie rispettive camere; 
  10. rispettare gli orari del proprio e dell'altrui riposo, per evitare stanchezza il giorno dopo e quindi perdere la possibilità di fruire al massimo delle opportunità culturali ed umane offerte dal viaggio. 

Nel caso di scambio culturale con soggiorno in famiglia, l'alunno dovrà tenere nei confronti della famiglia ospite un comportamento ugualmente ispirato alla massima correttezza e rispettare le indicazioni ricevute dalla famiglia ospitante. 

Eventuali comportamenti scorretti tenuti dallo studente durante l'iniziativa verranno successivamente riportati in sede di Consiglio di Classe per essere esaminati. Lo stesso Consiglio di Classe potrà stabilire sanzioni disciplinari e/o valutare l'opportunità di non consentire la partecipazione dell'alunno a successive e/o ulteriori uscite didattiche e viaggi di istruzione. 

Eventuali danni materiali procurati durante il viaggio saranno addebitati al responsabile se individuato o all'intero gruppo coinvolto. Gli insegnanti accompagnatori, in caso di inosservanza del presente regolamento da parte dei singoli studenti, possono contattare i genitori o l'esercente la patria potestà, per richiedere un intervento diretto sullo studente. 

In caso di gravi inosservanze delle regole, gli accompagnatori valuteranno il diritto dello studente alla prosecuzione del viaggio di istruzione e, dopo tempestiva comunicazione alla famiglia, ne verrà immediatamente predisposto il rientro. 

Ove si creassero situazioni di particolare gravità, d’intesa fra i docenti accompagnatori e il Dirigente Scolastico, può essere prevista l’immediata interruzione del viaggio con onere finanziario a carico degli allievi responsabili. 

[Art.29] sospeso in regime di emergenza sanitaria 

I genitori: 

  • si impegnano a sostenere le spese di partecipazione poste a loro carico e si impegnano a risarcire eventuali danni causati dal proprio figlio. Nel caso di mancata partecipazione al viaggio o alla visita, per documentato motivo, l’eventuale rimborso delle quote versate verrà effettuato previa deduzione delle spese già sostenute e/o impegnate dall’Istituto e/o delle penalità disposte dalle agenzie di viaggio; 
  • sono tenuti a sottoscrivere eventuali forme di copertura assicurativa aggiuntiva, ritenute necessarie dalla Scuola;
  • sono tenuti a segnalare al Dirigente Scolastico o al Coordinatore del Consiglio di classe, al momento della richiesta di partecipazione, situazioni di salute (ad esempio diabete, allergie, assunzione di farmaci, ecc..) che prevedano particolari premure o accorgimenti da parte dei docenti accompagnatori; 
  • devono intervenire in caso di richiesta dei docenti accompagnatori anche per far rientrare a casa lo studente, se allontanato per motivi disciplinari. 

  1. SANZIONI

In caso di mancata osservanza dei doveri contemplati nel Regolamento d’Istituto e, in senso generale, delle norme dettate dalla pacifica e civile convivenza, si procederà all’applicazione di sanzioni proporzionali alla gravità dell’infrazione commessa.

La sanzione non ha finalità esclusivamente punitive, bensì finalità educative e costruttive che contribuiscono alla crescita della cultura della legalità come rispetto della persona umana e di regole condivise.

Si premette che, prima di comminare qualsiasi tipo di sanzione, il D.S., i suoi collaboratori, i docenti tutti, avvieranno un dialogo aperto e produttivo con gli alunni manchevoli per indurli alla riflessione e alla consapevolezza dell’infrazione commessa. Inoltre, anche in presenza di infrazioni di una certa entità, il riscontro di un effettivo ravvedimento dell'allievo può essere la condizione necessaria per non procedere a comminare sanzioni gravi che potranno essere sostituite da sanzioni meno gravi e/o da costruttive azioni di volontariato (responsabilità dell’osservanza della pulizia della classe, sovrintendenza all’attuazione della raccolta differenziata nel corridoio di appartenenza, sostegno ad allievi con momentaneo handicap, etc.).

E’ sottinteso che, in ogni caso, laddove l’infrazione abbia comportato danni alle strutture, è dovuto il risarcimento dei danni da parte del responsabile dell’atto doloso, se individuato, e/o di tutti gli allievi complici col silenzio o di fatto nell’azione distruttiva (compagni di classe, di corridoio…). 



Classificazione delle sanzioni

  • Rimprovero orale (è comminato da tutto il personale docente della scuola che si trovi a rilevare mancanze disciplinari lievi). 
  • Nota scritta sul registro di classe Argo (su indicazioni di docenti interni o esterni alla classe viene comminata dal D.S. o da un suo collaboratore per mancanze disciplinari lievi che necessitino, tuttavia, di consapevole ravvedimento dell’allievo). 
  • Ammonizione scritta sul registro di classe Argo  (su indicazioni di docenti interni o esterni alla classe viene comminata dal D.S. o da un suo collaboratore per reiterazione di atteggiamenti che abbiano già determinato la sanzione della nota scritta o per atteggiamenti che si configurino come predisponenti ad episodi più gravi). 
  • Attribuzione di uno o più giorni di sospensione con obbligo di frequenza (viene comminata dal D.S. o dai suoi collaboratori per mancanze disciplinari non gravissime, che, comunque, evidenzino un atteggiamento recidivo da parte dell’allievo, un generale senso di disprezzo delle regole da condividere, comportamenti irrispettosi verso i compagni, i docenti, le istituzioni). 
  • Attribuzione da uno fino a 15 giorni di sospensione senza obbligo di frequenza (viene comminata dal Consiglio di Classe in caso di gravi e reiterate infrazioni disciplinari derivanti dalla violazione dei doveri contemplati nel regolamento d’Istituto). 
  • Allontanamento temporaneo dello studente dalla Comunità Scolastica per un periodo superiore a 15 giorni (viene comminata dal Consiglio d’Istituto, su proposta del Consiglio di classe, per reati di particolare gravità relativi a violenze private, minacce, percosse, ingiurie, molestie sessuali, incendi, allagamenti, danni gravi al patrimonio, utilizzo di video-telefonini per riprese non autorizzate, ecc.). 
  • Esclusione dalle visite guidate e/o dai viaggi di istruzione (viene comminata dal Consiglio di classe agli alunni che, nella prima valutazione, abbiano riportato una votazione in condotta uguale a cinque decimi).
  • Allontanamento dello studente dalla Comunità Scolastica fino al termine dell’anno scolastico (viene comminata dal Consiglio d’Istituto, su proposta del Consiglio di classe, per situazioni di recidiva di infrazioni di cui al punto 6 o per reati che determinino apprensione a livello sociale da parte di studenti per i quali non sono esperibili interventi di tempestivo e responsabile reinserimento nella comunità durante l’anno scolastico). 
  • Esclusione dello studente dallo scrutinio finale o non ammissione all’Esame di Stato conclusivo del corso di studi (viene comminata dal Consiglio d’Istituto, su proposta del Consiglio di classe, per condizioni ancora più gravi di quelle indicate nei punti 5 – 6 – 7). 
  • Attribuzione del 5 in condotta a conclusione del trimestre per reiterati comportamenti che abbiano determinato note disciplinari scritte (viene comminata dal Consiglio di classe in fase di valutazione trimestrale).

  1. Attribuzione del 5 in condotta che determina la non ammissione alla classe successiva (viene comminata dal Consiglio di classe, per comportamenti di particolare gravità, indicati dal D.M. e per i quali si ritenga necessario rimarcare la responsabilità nell’agire come finalità educativa configurabili come forme di bullismo e/o di intolleranza verso qualsiasi forma di diversità). 

Per le sanzioni di cui ai punti 5 – 6 – 7 è necessario che l’Istituzione Scolastica verifichi la sussistenza di elementi concreti e precisi dai quali si evinca la responsabilità disciplinare dello studente e, nel comminare la sanzione, bisognerà prestare attenzione a che il periodo di allontanamento dello studente dalla Comunità Scolastica non superi l’orario minimo di frequenza necessario per la validità dell’anno scolastico. Nei periodi di allontanamento superiori ai 15 giorni, la scuola in coordinamento con la famiglia e, se necessario, con i servizi sociali e l’autorità giudiziaria, promuove un percorso educativo finalizzato alla responsabilizzazione e al consapevole reintegro nella Comunità Scolastica.

Per ogni sanzione disciplinare è necessario esplicitare le motivazioni che l’hanno resa necessaria; quanto più grave è la sanzione più rigorosa dovrà essere la motivazione, soprattutto quando questa comporti l’allontanamento dello studente fino alla fine dell’anno scolastico o addirittura l’esclusione dallo scrutinio finale.

Il Dirigente Scolastico sarà tenuto alla presentazione di denuncia all’autorità giudiziaria penale, in applicazione dell’art. 361 C.P., laddove il fatto costituente violazione disciplinare sia anche qualificabile come reato in base all’ordinamento penale. 



Forme particolari di sanzioni

 

  1. Fermo restando il divieto di assentarsi arbitrariamente e in forma collettiva, a seguito di eventuali assenze di cui sopra, il Coordinatore di classe comunicherà sul registro elettronico l’assenza arbitraria  della classe. Sarà compito dei genitori provvedere con le modalità previste a giustificare .
  2. Non sarà accolta la richiesta dell’Assemblea di Classe o di Istituto non presentata con almeno 5 giorni di anticipo da parte dei rappresentanti degli studenti (sospeso) 
  3. Non sarà concessa l’Assemblea successiva in caso di mancata redazione del verbale precedente. 
  4. Per l’infrazione al divieto di fumo sarà applicata la normativa prevista dal Codice Civile vigente. 
  5. Infrazione protocollo Covid



  1. MANCANZE DISCIPLINARI

  1. Sono considerate infrazioni lievi, purché non reiterate, le seguenti azioni: 

  • ritardi (oltre i 3)
  • allontanarsi dalla classe nel cambio dell’ora senza autorizzazione 
  • attardarsi più del dovuto nei corridoi durante l’uscita autorizzata dalla classe 
  • recarsi in bagni diversi da quelli del proprio corridoio 
  • esibire un abbigliamento, anche se non indecoroso, comunque non idoneo all’ambiente scolastico 
  • esibire atteggiamenti troppo confidenziali anche se non lesivi del decoro.



  1. Sono considerate infrazioni di maggiore gravità le seguenti azioni: 
  • reiterare atteggiamenti per i quali già si è ricevuto rimprovero orale e/o nota scritta 
  • brevi ritardi reiterati
  • ingressi in ritardo ed uscite anticipate reiterate e strategiche e/o effettuate sempre nelle stesse ore di lezione
  • usare un linguaggio volgare o offensivo nei confronti dei compagni 
  • recarsi arbitrariamente negli spazi aperti della scuola o infiltrarsi in palestra 
  • allontanarsi dalla classe senza autorizzazione 
  • lasciare l’aula in condizioni igieniche non adeguate 
  • tenere acceso il cellulare o altri apparecchi multimediali senza l’autorizzazione del docente



  1. Sono considerate infrazioni gravi le seguenti azioni: 
  • lasciare i bagni, dopo l’utilizzo, in condizioni tali da suscitare disgusto 
  • danneggiare le dotazioni scolastiche 
  • imbrattare le pareti dell’istituto, i bagni, le aule (l’infrazione sarà considerata gravissima in caso di ricorso a simboli osceni o lesivi del comune decoro o di scritte offensive nei confronti di terzi) 
  • recarsi nei bagni dell’altro sesso 
  • infiltrarsi in aule non proprie
  • ripetuti richiami per il mancato rispetto del protocollo Covid



  1. Sono considerate infrazioni gravissime le seguenti azioni: 
  • danneggiare gravemente le strutture dell’istituto 
  • dar luogo a situazioni che possano mettere in pericolo il benessere psico-fisico di tutto il personale della scuola e di chi occasionalmente si trovi nell’istituto 
  • dar luogo ad azioni che mettano in pericolo la vita del personale della scuola e di chi occasionalmente si trovi nell’istituto 
  • commettere atti osceni 
  • utilizzare il cellulare per molestie o minacce a persone 
  • utilizzare il videocellulare per produrre filmati lesivi del decoro personale e della privacy 
  • inserire nel circuito multimediale immagini e/o filmati lesivi del decoro delle persone e dell’Istituto 
  • introdurre nella Scuola bevande alcoliche 
  • usare un linguaggio altamente offensivo e/o minaccioso nei confronti dei compagni, dei docenti, del personale tutto della scuola 
  • esibire atteggiamenti arroganti, prepotenti, rientranti genericamente nell’accezione di bullismo
  • non rispettare il protocollo Covid.



  1. IMPUGNAZIONE DELLE SANZIONI ED ORGANI DI GARANZIA

  1. Contro le sanzioni disciplinari i genitori o gli studenti stessi possono presentare ricorso, in forma scritta, entro 15 giorni dalla comunicazione ad un apposito Organo di Garanzia interno, allo scopo di garantire il diritto di difesa degli studenti e la snellezza e rapidità del procedimento. 
  2. L’Organo di Garanzia, presieduto sempre dal D.S., è costituito da un docente designato dal Consiglio d’Istituto, scelto fra i docenti membri del Consiglio d’Istituto, da un rappresentante degli studenti, scelto fra quelli che si sono proposti per prendere parte ad organismi democratici della scuola, da un rappresentante eletto dai genitori, scelto fra i membri del Consiglio d’Istituto. 
  3. Per ognuna delle Componenti sarà nominato un membro supplente che opererà sia nel caso di assenza del membro titolare, sia in caso di incompatibilità per la specifica azione da giudicare. 
  4. Per la validità delle deliberazioni dell’Organo di Garanzia è necessaria la presenza di tutti i suoi membri. 
  5. Non è consentita l’astensione dal voto da parte dei membri dell’Organo di Garanzia nel caso di infrazioni che comportino le sanzioni previste dal punto n. 5 al punto n. 8. 
  6. A parità di voto prevale la decisione condivisa dal D.S. 
  7. L’Organo di Garanzia decide su richiesta degli studenti o di chiunque abbia interesse anche sui conflitti che sorgono all’interno della scuola in merito all’applicazione del regolamento D.P.R. n. 235/2007, entro 15 (quindici) giorni dall’acquisizione al protocollo del ricorso. 
  8. E’ istituito un Organo di Garanzia superiore, presieduto dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, a cui spetta la competenza a decidere sui reclami contro le violazioni dello Statuto, contenute nei regolamenti d’istituto. 
  9. Il rimedio in esame, attraverso la valutazione della legittimità del provvedimento in materia disciplinare, potrà costituire occasione di verifica del rispetto delle disposizioni contenute nello Statuto sia nell’emanazione del provvedimento oggetto di contestazione sia nell’emanazione del regolamento d’istituto ad esso presupposto. 
  10. Il termine per la proposizione del reclamo è di quindici giorni, decorrenti dalla comunicazione della decisione dell’organo di garanzia della scuola o dallo spirare del termine di decisione ad esso attribuito. 

  1. CONCLUSIONE

I genitori che iscrivono i loro figli al Liceo Scientifico Statale “F. Severi" accettano il regolamento d’Istituto e, in particolare, il principio del risarcimento del danno (anche collettivo in caso di mancata individuazione del responsabile diretto) per azioni di danneggiamento del patrimonio scolastico imputabili ai loro figli. Il principio resta operante anche in caso di figlio maggiorenne. L’accettazione dell’iscrizione vale come preventiva liberatoria dell’Istituto sotto l’aspetto della responsabilità penale della scuola.

Per gli aspetti della responsabilità civile legati ad eventi che possano accadere agli studenti, la scuola garantisce attraverso un’adeguata polizza assicurativa. 

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO DEL REGISTRO ELETTRONICO E DELLA PIATTAFORMA UTILIZZATA PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

  • La Scuola utilizza come registro elettronico Argo e come Piattaforma ufficiale Gsuite Education

  1. Per tutti gli utenti l’attivazione del REGISTRO ELETTRONICO sarà subordinata all’accettazione esplicita delle seguenti regole:
  1. L’utente può accedere direttamente dal suo account istituzionale inserendo il nome utente (attribuito dal Liceo) e la password fornita inizialmente dall’Amministratore di sistema o dai suoi delegati, che sarà necessario modificare al primo accesso. 
  2. La password dovrà essere cambiata al primo accesso e, periodicamente almeno ogni 4 mesi. Gli account fanno parte del dominio liceo-severi.edu.it di cui il Liceo è proprietario. 

3.L’account istituzionale potrà essere utilizzato per ogni attività didattica in presenza e da remoto.

  1. In caso di smarrimento della password l’utente dovrà rivolgersi direttamente all’Amministratore di sistema o ai suoi delegati all’indirizzo di posta elettronica creato e comunicato prima dell’inizio delle lezioni. L’indirizzo sarà altresì pubblicato sul sito internet della scuola.

5.Ogni account è associato ad una persona fisica ed è perciò strettamente personale. Le credenziali di accesso non possono, per nessun motivo, essere comunicate ad altre persone, né cedute a terzi.

6.L’utente maggiorenne, o l’esercente la potestà genitoriale se lo studente è minore, si assume la responsabilità individuale, e accetta di essere riconosciuto, quale autore dei messaggi inviati dal suo account, di essere il ricevente dei messaggi spediti al suo account, di essere riconosciuto quale autore delle attività svolte dal suo account (cancellazione, modifica, conferma di ricevuta notifica, creazione di file o risorse in genere). 

  1. L’utente si impegna a non utilizzare il servizio per finalità estranee alla didattica e all’attività della comunità scolastica.
  2. L’utente si impegna anche a rispettare le regole che disciplinano il comportamento nel rapporto con gli altri utenti e a non ledere i diritti e la dignità delle persone. 
  3. L’utente si impegna a non trasmettere o condividere informazioni che possano presentare forme o contenuti di carattere osceno, blasfemo, diffamatorio, e comunque contrari alle leggi vigenti in materia civile, penale ed amministrativa.   Si ricorda che è reato immettere in rete materiale che violi diritti d’autore, o altri diritti di proprietà intellettuali o industriale o che costituisca concorrenza sleale.  

10.L’account sarà revocato al termine del rapporto. Gli utenti dovranno provvedere per tempo a scaricare e salvare dal proprio account i materiali e i file di interesse.

  1. Durante le videolezioni in modalità sincrona la webcam dovrà rimanere attiva ponendo attenzione a non mostrare immagini o situazioni che violino i diritti delle persone riprese. Nel contesto della didattica digitale integrata la webcam costituisce indubbiamente la modalità più immediata attraverso la quale dimostrare la presenza durante le attività didattiche sincrone per cui, in caso di impedimento nell’utilizzo della stessa dovrà esserne prontamente data comunicazione al docente attraverso la chat della piattaforma utilizzata. 

Sono vietate le seguenti azioni :

- condividere i parametri di accesso alle video lezioni o ad altri strumenti relativi alla DDI con soggetti non autorizzati. 

- utilizzare la piattaforma in modo da danneggiare, molestare o insultare altre persone. 

- creare e  trasmettere immagini, dati o materiali blasfemi, offensivi, osceni o indecenti. 

- creare e  trasmettere materiale commerciale o pubblicitario. 

- interferire, danneggiare o distruggere il lavoro altrui.

- curiosare nei file né violare la riservatezza degli altri compagni. 

12.Gli elaborati prodotti devono essere consegnati esclusivamente nelle modalità indicate dal docente senza MAI condividerli con soggetti terzi.

13.Il Liceo si impegna a tutelare i dati forniti dall’utente in applicazione del D.Lgs. n.196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e successive modifiche e integrazioni, e del Regolamento EU 2016/679, ai soli fini della creazione e mantenimento dell’account.

Nel rispetto delle norme vigenti il DS potrà controllare i flussi degli account ed in caso di violazione delle norme stabilite potrà procedere a sospendere in modo cautelare l’account stesso dandone comunicazione motivata all’interessato, fatta salva ogni altra azione di rivalsa nei confronti dei responsabili di detta violazione. 

14.Il Liceo segnalerà alle autorità competenti, per gli opportuni accertamenti ed i provvedimenti del caso, le eventuali violazioni delle condizioni di utilizzo indicate oltre che relative alle leggi ed ai regolamenti vigenti. 

15.Il materiale didattico è protetto dalle vigenti normative in materia di tutela del diritto d’autore (Legge n. 633/1941 e ss. mm. e ii.) nonché dalla normativa in tema di tutela dei dati personali (D.lgs. n 196/2003 e ss.mm. e ii. e Regolamento UE n 679/2016 – GDPR), pertanto è assolutamente vietato divulgarlo a terzi in qualsiasi forma, ivi compresa la sua riproduzione, pubblicazione e/o condivisione su social media (come ad esempio Facebook), piattaforme web (come ad esempio YouTube) applicazioni di messaggistica (come ad es. WhatsApp). 

  • REPOSITORY 

L’archiviazione di videolezioni, documenti o attività multimediali prodotti a fini didattici avverrà utilizzando l’apposita funzione del registro elettronico.

  • Occorre individuare un sistema di backup degli elaborati consegnati dagli alunni attraverso la piattaforma durante la fase di lockdown e comunicare alla consulenza il relativo riferimento normativo che determina i tempi di conservazione, questa provvederà ad integrare l’informativa ed il registro del trattamento entro il mese di settembre 2020.

  • COLLOQUI CON I GENITORI 

1.Durante l’emergenza sanitaria da Covid 19  tutti i colloqui scuola –famiglia avverranno da remoto.  

2.Sarà cura del docente inserire il quadro delle proprie disponibilità ai colloqui nell’apposita sezione del registro elettronico.

3.Il genitore attraverso MAIL richiede il colloquio con il docente.  Il docente conferma il colloquio attraverso la stessa funzione comunicando una modalità di svolgimento scelta tra: colloquio attraverso la piattaforma utilizzata per le videolezioni oppure registro elettronico, mail . NON SONO AMMESSE ALTERNATIVE.

  1. RIUNIONI DI ORGANI COLLEGIALI ED ASSEMBLEE STUDENTESCHE

Dovranno essere altresì disciplinate le modalità di riunione degli organi collegiali nonché le assemblee studentesche secondo modalità da definire.



Attachments:
Download this file (REGOLAMENTO ISTITUTO.pdf)Regolamento interno d'Istituto[ ]473 kB
Torna all'inizio del contenuto